Domenica 1 marzo si svolgerà la consultazione promossa dal PD Lombardia sulle autonomie locali (regionalismo e governo locale), articolata su cinque quesiti.


Si tratta di un appuntamento che assume un valore maggiore dopo il voto di martedì in regione, dove il centrodestra, sostenuto dai grillini, ha deciso di impegnare 30 milioni di euro per affidare alla Lombardia maggiori funzioni, attraverso un referendum.


Maroni insegue bandierine ideologiche, ma siamo ormai ai saldi di fine stagione.


Sul referendum era partito con l’indipendenza della Padania, poi è passato al referendum sullo Statuto speciale, ora siamo a un referendum inutile per chiedere ciò che la Costituzione già prevede, cioè il trasferimento di competenze in più alle singole regioni (art. 116, comma 3).


Come PD riteniamo sbagliata la scelta della Regione Lombardia, e proprio con la giornata del 1 marzo vogliamo costruire una proposta di riforma delle Autonomie nei vari livelli, regionale, provinciale e comunale che guardi al merito e al futuro dei territori, coinvolgendo iscritti, elettori ed amministratori.




 

PARTITO DEMOCRATICO

         Circolo ARTICOLO 3                                           

 Via Leonardo Da Vinci, 1/A            20064, Gorgonzola

segreteria@pdgorgonzola.com